27 Agosto, 2020

Digitalizzazione nelle Travel Industries: un processo inarrestabile

Il processo di digitalizzazione nell’industria travel sta procedendo ad una velocità incredibilmente elevata. Secondo la Digital Transformation Initiative (DTI) del World Economic Forum, tra il 2016 e il 2025 la digitalizzazione nel settore aeronautico, dei viaggi e del turismo dovrebbe creare fino a 305 miliardi di dollari di valore per l’industria attraverso una maggiore redditività.  Si prevede di trasferire fino a 100 miliardi di dollari di valore dai player tradizionali a quelli nuovi e di generare benefici per un valore di 700 miliardi di dollari per i clienti e per la società in generale. L’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) ha dichiarato, nel suo rapporto del 2016, che “la tecnologia pervade ogni area del turismo e deve avere la massima priorità nello sviluppo della forza lavoro per l’industria”. All’inizio non è facile: organizzare e vendere esperienze online da zero per molti è a tutti gli effetti impossibile. Dai costi legati alla fondazione del progetto e alla burocrazia, passando per gli adempimenti amministrativi e alla direzione tecnica capita a molti di fermarsi ancora prima di partire. Apical è la startup tecnologica che crede fermamente che i migliori creator, anche se ai primi passi, meritino il massimo del supporto.

Vendite di viaggi online 

I siti web di viaggio e le applicazioni mobile hanno reso sempre più facile l’organizzazione digitale dei viaggi. Per i viaggiatori di oggi è quasi impensabile non essere in grado di pianificare e prenotare in modo indipendente un viaggio in anticipo – molti utenti del web apprezzano la possibilità di poter creare i propri itinerari con l’aiuto di strumenti digitali come i siti web di pianificazione, i siti di confronto dei prezzi o i portali per le recensioni, che spesso offrono ai visitatori la possibilità di prenotare direttamente l’alloggio nelle località selezionate. 
È proprio il risultato di questa tendenza che permette di prevedere un aumento del 74% nelle vendite digitali nel settore travel nel 2020, paragonato al 2014.

L’importanza degli smartphone

Il nuovo protagonista del processo di digitalizzazione in corso nel settore è sicuramente lo smartphone. Secondo il rapporto Mobile Travel Trends 2019, il 61% dei viaggiatori “quasi sempre” o “a volte” utilizza una app per smartphone per prenotare i voli. Il 77% dei viaggiatori d’affari e il 53% dei turisti hanno prenotato camere d’albergo via mobile.
Tra le prime 3 risposte alla domanda sull’acquisto dei viaggi più frequenti, ci sono anche escursioni e attività in loco. Il 35% degli intervistati ha utilizzato il cellulare per acquistare escursioni o attività. Per quanto riguarda il tipo di software, i viaggiatori preferiscono le applicazioni ai siti web in versione mobile.  
Coloro che viaggiano per piacere preferiscono utilizzare le app rispetto ai siti web mobile per ogni attività legata al viaggio, oltre che per la ricerca/prenotazione di attività in loco e per l’autonoleggio. Anche chi viaggia per affari preferisce utilizzare le app anzi che i siti web in versione mobile per tutto ciò che ruota intorno al viaggio. Il motivo principale per cui i viaggiatori scaricano una app di questo tipo è quello di cercare e prenotare voli o alloggi. Le caratteristiche che i viaggiatori trovano più importanti in un’ app di viaggio sono: la visualizzazione di un intero itinerario di viaggio, gli alert di voli in tempo reale, la possibilità di cercare e prenotare voli e il check-in da cellulare. 

Supporto istituzionale per la digitalizzazione

La Commissione europea ha attuato diverse azioni per aumentare la competitività delle imprese del settore turistico europeo, integrandole nelle filiere di valore digitale globale e migliorando la loro capacità di creare più posti di lavoro.  
Il risultato di questa iniziativa è il Digital Tourism Network che è stato lanciato nel 2015. Esso mira a riflettere sulle sfide e le opportunità comuni della trasformazione digitale dell’industria travel nell’Unione Europea e a favorire lo scambio delle best practice per stimolare la capacità di innovazione degli imprenditori del turismo.

Gli obiettivi generali indicati sul sito web della Commissione europea sono:

  • Rafforzare le competenze di base delle PMI del turismo, il cui potenziale di crescita spesso non viene sfruttato a causa dell’accesso limitato all’apprendimento continuo e della scarsa conoscenza degli aggiornamenti nell’uso smart delle tecnologie
  • Sostenere l’integrazione delle imprese turistiche nella catena del valore digitale attraverso:
    • Aiuto nella progettazione di soluzioni digitali su misura per l’industria del turismo
    • Offerta della possibilità di sfruttare pienamente le opportunità del mercato digitale per aumentare la competitività
    • Accesso a nuove opportunità di business e a nuovi mercati
  • Accrescere il potenziale di innovazione delle PMI del turismo basato sull’ICT (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) e potenziare gli imprenditori delle travel industries

Conclusione

La digitalizzazione è chiaramente uno dei principali obiettivi dell’industria travel. Questo non solo rende i processi più efficienti, ma aumenta anche le dimensioni del mercato. Le vendite digitali di viaggi ed esperienze sono in costante aumento ogni anno e i telefoni cellulari hanno iniziato ad avere un ruolo importante in questa tendenza. I viaggiatori utilizzano il cellulare per prenotare biglietti, hotel e acquistare escursioni o attività in loco.  
C’è anche un sostegno istituzionale, soprattutto da parte della Commissione Europea. Hanno riconosciuto le potenzialità della digitalizzazione in termini di creazione di posti di lavoro e di contributo all’economia generale e, di conseguenza,i stanno fornendo tutto il supporto necessario, come il network, la formazione, ecc. per rendere la transizione agevole. 

Vuoi leggere altri contenuti come questo? Entra nella nostra community!

Costruire una “nuova normalità”: come aiutare la vostra azienda ad abbracciare il cambiamento

Mentre ci prepariamo ad affrontare un altro mese di pandemia globale, non sembra esserci molto di normale nella nostra vita in questo momento. Ogni giorno porta alle aziende di ogni tipo e dimensione nuove informazioni e nuove sfide. Il cambiamento è rapido e ci costringe a ripensare e a rimodellare ciò che consideriamo il business “come al solito”.

Read More »

Costruire un’industria più equa: 3 modi per farlo grazie a un marketing mirato

Mentre i brand e i marketer parlano ai clienti che si trovano a navigare nella lotta per l’equità razziale, una cosa è diventata chiara: la nostra capacità di comprendere la necessità di cambiamento in questo momento – e il modo in cui agiamo, in questo momento – ha il potere di costruire un’industria più equa e orientata verso obiettivi precisi anche per il futuro.

Read More »