3 Agosto, 2020

Come con Apical abbiamo dato il via al nostro progetto di esperienze: Jauntree

All’inizio non è facile: organizzare e vendere esperienze online da zero per molti è a tutti gli effetti impossibile. Dai costi legati alla fondazione del progetto e alla burocrazia, passando per gli adempimenti amministrativi e alla direzione tecnica capita a molti di fermarsi ancora prima di partire. Apical è la startup tecnologica che crede fermamente che i migliori creator, anche se ai primi passi, meritino il massimo del supporto.

La storia di Mirko Pagliarini e Francesco Filipponi, che è innanzitutto la storia di Jauntree, è la storia di un gruppo di amici che stanno facendo del loro sogno il proprio lavoro. Alla base di Jauntree c’è ovviamente tanto impegno, e anche qualche errore, ma anche una collaborazione speciale con tutto il team di Apical, che non ha appena ha colto le potenzialità ha investito energie e tempo per spingere al massimo il progetto e aiutarlo a crescere.

Jauntree nasce da un’esperienza in Australia, dove Mirko, Francesco e i loro amici (diventati poi partner), partiti per quella che credevano sarebbe stata una semplice vacanza, colgono il potere trasformativo delle esperienze fatte insieme ai compagni di viaggio: “Intorno ad una sessione di surf o di canyoning – spiega Mirko – le persone condividono le emozioni, gli interessi e si legano fra di loro. C’è molto di più di quanto si possa pensare dietro ogni singola esperienza, e così ci siamo convinti che il contatto con altri simili in mezzo alla natura potesse diventare una missione in grado di migliorare noi e gli altri, gradualmente abbiamo realizzato che potevamo essere noi stessi ad organizzare pacchetti e così abbiamo dato vita a Jauntree”. 

La voglia di regalare un segno indelebile alle persone organizzando viaggi ed esperienze tuttavia ai primi passi, come spesso succede, si è scontrata con la difficoltà di gestire tutto ciò che gravita intorno all’organizzazione effettiva delle attività: licenze, assicurazioni, sistemi di booking e pagamento spesso convincono i più a non procedere. “Con Apical ho avuto un aiuto che credo fermamente sia stato fondamentale. Innanzitutto ho trovato un team disposto a credere in noi, e solo questo per me è stato davvero importante. Poi ho trovato un aiuto concreto per orientarmi, per ottenere il massimo del supporto amministrativo e potermi concentrare al meglio sul progetto”.  
Apical è una startup e un tour operator la cui missione è quella di far nascere progetti con alto potenziale trasformativo o far crescere chi è già sul mercato fornendo tecnologia frontend e backend innanzitutto, ma anche direzione tecnica, amministrazione e rapporti con i fornitori, garantendo per i viaggiatori e gli organizzatori alti standard di qualità e sicurezza in ogni fase, dalla prenotazione al cuore dell’attività. 

Apical è anche una community su Facebook di centinaia di fantastici creator, tra cui Mirko e Francesco, che ogni giorno si confrontano sulle proprie esperienze. 

“La crisi del Covid-19, come a tutti credo, inizialmente ci ha tagliato le gambe. Il settore esperienziale è sicuramente stato fra i più colpiti ma tutto sommato credo che per noi sia stata un’esperienza costruttiva. Paradossalmente lo stop imposto dalla pandemia ci ha dato modo di fermarci e ripensare al nostro prodotto migliorandoci: prima vendevamo i nostri pacchetti direttamente proponendoli ad un pubblico che ci conosceva a malapena. Oggi abbiamo capito che costruire una community è importante e così abbiamo distribuito sondaggi e pre-iscrizioni chiedendo alla nostra audience quali esperienze avrebbero preferito vivere e abbiamo creato un gruppo di oltre 100 membri. Questo cambio di paradigma ci ha permesso di crescere e di poter lanciare un nostro progetto, che domenica 26 luglio ha registrato il suo primo tutto esaurito! Ripartire dalle persone è un modo per ascoltarle e creare fedeltà: Jauntree da questa intuizione ne è uscita davvero rafforzata. Ovviamente tutto questo è stato possibile grazie ad Apical, la startup che ha creduto in noi e che ci ha permesso di avere le carte in regola e la tecnologia per crescere”. 

Jauntree oggi opera in Liguria e organizza esperienze in mezzo alla natura: surf, trekking, canyoning e climbing. “Abbiamo richieste da tutta Italia di membri che vorrebbero partecipare alle nostre iniziative e aspettano il lancio nelle proprie regioni. Presto arriveremo, anche se la nostra ambizione è ovviamente quella di arrivare all’estero. Comunque vada per noi è un’avventura incredibile e siamo davvero felici di aver trovato la startup Apical, che in questi mesi ci ha permesso non solo di nascere ma anche di maturare e crescere!”. 

Vuoi leggere altri contenuti come questo? Entra nella nostra community!

Quanto valgono i clienti affezionati: lo studio e i 3 modi per attirarli

La regola del 20-225 è stata riportata dagli economisti Cooper e Kaplan, ricercatori alla Harvard Business School e autori di uno studio che ha riguardato aziende pubbliche e private, di piccole e grandi dimensioni e di orientamento BtoB (business to business) e BtoC (business to consumer).
Secondo i dati è emerso che in tutti i modelli di business il 20% dei clienti più affezionati, i True Fan, sono i responsabili del 225% dei profitti, mentre il restante 80% dei nostri clienti hanno un valore negativo sui profitti del -125%.

Read More »

Digitalizzazione nelle Travel Industries: un processo inarrestabile

Il processo di digitalizzazione nell’industria travel sta procedendo ad una velocità incredibilmente elevata. Secondo la Digital Transformation Initiative (DTI) del World Economic Forum, tra il 2016 e il 2025 la digitalizzazione nel settore aeronautico, dei viaggi e del turismo dovrebbe creare fino a 305 miliardi di dollari di valore per l’industria attraverso una maggiore redditività. Si prevede di trasferire fino a 100 miliardi di dollari di valore dai player tradizionali a quelli nuovi e di generare benefici per un valore di 700 miliardi di dollari per i clienti e per la società in generale. L’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) ha dichiarato, nel suo rapporto del 2016, che “la tecnologia pervade ogni area del turismo e deve avere la massima priorità nello sviluppo della forza lavoro per l’industria”. All’inizio non è facile: organizzare e vendere esperienze online da zero per molti è a tutti gli effetti impossibile. Dai costi legati alla fondazione del progetto e alla burocrazia, passando per gli adempimenti amministrativi e alla direzione tecnica capita a molti di fermarsi ancora prima di partire. Apical è la startup tecnologica che crede fermamente che i migliori creator, anche se ai primi passi, meritino il massimo del supporto.

Read More »