5 cose che il tuo sito travel deve assolutamente avere

Il virtuale è sempre più reale. In Italia durante il lockdown si sono registrati due milioni di nuovi consumatori digitali e nel mondo il settore online crescerà fino al 55% nel corso del 2020.  La pandemia ha imposto un radicale cambiamento, non solo dal punto di vista sanitario, ma anche delle abitudini: sul digitale si sono trasferite porzioni della nostra quotidianità fino a ieri impensabili da pensare sul web, come la scuola, la ginnastica o le esperienze. Stesso discorso vale, più che per altri, per il settore travel. La pandemia ha reso più fragile e competitivo il mercato e innovarsi non è più la ciliegina sulla torta, piuttosto una questione di sopravvivenza. Contrariamente a quanto si possa pensare non basta avere un sito internet per essere davvero online. L’user experience è tutto, se non offriamo il massimo degli standard la nostra vetrina potrebbe allontanare eventuali clienti anziché avvicinarli, per questo abbiamo elencato 5 elementi che uno store online nel settore travel ed eventi dovrebbe avere per essere ritenuto efficace.  
    1. Design e User Experience – Molti si accontentano di un sito fatto dal proprio cugino, altri ne hanno uno dal 2003, qualcuno ne ha uno non aggiornato. Ricordate che l’aspetto grafico e l’esperienza del vostro utente sono uno degli aspetti più importanti per ottenere un ritorno d’investimento dalla nostra presenza online. Tornereste a mangiare in un ristorante sporco e disordinato? E perché un utente dovrebbe comprare da voi un’esperienza se la vostra vetrina online è inguardabile?
    2. Aspetti legali – Avere un canale di distribuzione online oggi è fondamentale. Curare e aggiornare i termini di condizioni, la privacy policy e adottare le linee guida imposte dalle normative è fondamentale affinché la nostra attività non sia compromessa da spiacevoli imprevisti. Oggi esistono diversi servizi che ci permettono di dormire sogni tranquilli senza doverci laureare in legge o dover leggere la Gazzetta Ufficiale della Repubblica ogni mattina.
    3. Sicurezza – I dati sono il petrolio del domani. Avere un sistema sicuro è di vitale importanza, a partire dal certificato https che ad oggi ancora molti siti non hanno. Avere un buono scudo è fondamentale, i cyber crimini sono in aumento esponenziale e un sito esposto rischia di causarci danni ingenti. Meglio investire nella prevenzione anziché nella conta dei danni.
    4. Booking System –   Ogni passaggio in più prima della prenotazione ci fa perdere possibilità di acquisire clienti. Se il vostro viaggiatore ci mette troppi passaggi per comprare, se i processi non sono automatizzati o fate passare troppo tempo prima di dargli un feedback ridurrete drasticamente il tasso di conversione dei vostri prodotti. Ogni buon travel store dovrebbe avere un sistema di Booking completo dalla A (la presentazione dell’esperienza) alla Z (acquisto e fatturazione). E-mail, chiamate form manuali, carte e fogli excel lasciamoli al 2002. 
    5. Metriche – Quanta gente visita il vostro sito? Quanti prodotti vengono abbandonati nei carrelli online? Quanto ci costa in marketing una vendita? Vendiamo di più il giovedì sera o la domenica mattina?Avere sotto controllo le metriche è importantissimo: vuol dire maneggiare i propri investimenti e non perdere denaro. Ottimizzare vuol dire far crescere il nostro margine.
 

Serve una mano con il tuo sito? Scegli Apical, l'accelleratore di innovazione per travel creator

Apical è la più importante community di creatori di viaggi, esperienze ed eventi. La mission di Apical è quella di permettere a chiunque di poter usare il meglio della tecnologia, ad un prezzo accessibile. Aiutarti a crescere è il nostro obiettivo

Cresci con Apical website

Con Apical ottieni il massimo supporto e la migliore tecnologia dedicata a chi crea e vende esperienze o viaggi. Scopri la nostra gamma di prodotti con un nostro esperto, fissa una chiamata dimostrativa

Ricostruisci il tuo sito con Apical

Sito + E-commerce + Booking System a 998 euro

Il tuo sito è sufficientemente innovativo? Richiedi un'analisi gratuita della tua presenza online al nostro team di esperti

Quanto valgono i clienti affezionati: lo studio e i 3 modi per attirarli

La regola del 20-225 è stata riportata dagli economisti Cooper e Kaplan, ricercatori alla Harvard Business School e autori di uno studio che ha riguardato aziende pubbliche e private, di piccole e grandi dimensioni e di orientamento BtoB (business to business) e BtoC (business to consumer).
Secondo i dati è emerso che in tutti i modelli di business il 20% dei clienti più affezionati, i True Fan, sono i responsabili del 225% dei profitti, mentre il restante 80% dei nostri clienti hanno un valore negativo sui profitti del -125%.

Read More »

Digitalizzazione nelle Travel Industries: un processo inarrestabile

Il processo di digitalizzazione nell’industria travel sta procedendo ad una velocità incredibilmente elevata. Secondo la Digital Transformation Initiative (DTI) del World Economic Forum, tra il 2016 e il 2025 la digitalizzazione nel settore aeronautico, dei viaggi e del turismo dovrebbe creare fino a 305 miliardi di dollari di valore per l’industria attraverso una maggiore redditività. Si prevede di trasferire fino a 100 miliardi di dollari di valore dai player tradizionali a quelli nuovi e di generare benefici per un valore di 700 miliardi di dollari per i clienti e per la società in generale. L’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) ha dichiarato, nel suo rapporto del 2016, che “la tecnologia pervade ogni area del turismo e deve avere la massima priorità nello sviluppo della forza lavoro per l’industria”. All’inizio non è facile: organizzare e vendere esperienze online da zero per molti è a tutti gli effetti impossibile. Dai costi legati alla fondazione del progetto e alla burocrazia, passando per gli adempimenti amministrativi e alla direzione tecnica capita a molti di fermarsi ancora prima di partire. Apical è la startup tecnologica che crede fermamente che i migliori creator, anche se ai primi passi, meritino il massimo del supporto.

Read More »